del 15 marzo 2017 (di )

Come farà un papà ( o una mamma) che svolge un lavoro precario a compilare la schede preparatoria ai test Invalsi programmati per suo figlio? La tabella relativa alla professione svolta dai genitori rappresenta, infatti, un mondo del lavoro in gran parte ormai inesistente o comunque minoritario. Lo denuncia un genitore di cui oggi pubblichiamo […]

Continua a leggere... Per Invalsi nessuno è precario

Sono quasi 25.000 i precari della Regione Sicilia, molti dei quali (18.497) con un contratto a tempo determinato a carico della Regione siciliana (spesa annua 300 milioni). Molti di essi hanno iniziato a lavorare senza aver superato un concorso pubblico e – spesso – grazie a modalità che tendevano ad aggirare il blocco delle assunzioni […]

Continua a leggere... Precari in Sicilia, un esercito e un bacino elettorale

COMUNICATO STAMPA Dopo lunghi mesi di confusione il governo ha “prodotto” le norme per le graduatorie dei lavoratori precari della scuola. L’incertezza non è certo finita così, considerando che vi è una difficoltà di coordinamento tra gli stessi provvedimenti del governo. Quello che emerge con chiarezza è il tentativo della maggioranza di eludere le numerose […]

Continua a leggere... Graduatorie e organici, ancora colpi ai lavoratori della scuola

del 25 ottobre 2010 (di )

Avevano iniziato i precari, a Catania, con l’occupazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale (l’ex Provveditorato agli Studi) a denunciare il furibondo attacco cui è stata ed è sottoposta la scuola pubblica italiana. Si sono poi aggiunti docenti e personale ATA (a tempo indeterminato) e, insieme, è stato costituito il Coordinamento in difesa della scuola pubblica statale perché, […]

Continua a leggere... PUBBLICAèBELLA

del 13 settembre 2010 (di )

Diverse migliaia di lavoratori, precari e a ‘tempo indeterminato’, domenica 12 settembre hanno simbolicamente unito le due sponde dello stretto in nome della

Continua a leggere... La scuola invade lo stretto

del 19 novembre 2009 (di )

“L’evolversi degli eventi negli ultimi giorni – il nuovo disegno di legge “Gelmini”, la vicenda dei fondi “Mussi” spariti ovvero dei 4200 posti di ricercatore sottratti, le dichiarazioni a mezzo “lettera agli italiani” dei ministri Tremonti e Gelmini – ci chiama in causa tutti in prima persona.”   Ecco perchè  pubblichiamo il seguente appello inviatoci […]

Continua a leggere... Dalla scuola pubblica alla scuola-azienda

del 2 ottobre 2009 (di )

Giorno 1 settembre un gruppo di precari della scuola ha occupato il CSA di Catania per protestare contro il taglio delle cattedre operato dal Governo . É passato un mese, e i precari sono ancora lì, a continuare il presidio, le manifestazioni e i volantinaggi, sperando di riuscire a far sentire la propria voce. Negletti dai […]

Continua a leggere... Buon anniversario provveditorato occupato!

del 21 settembre 2009 (di )

La mattina del 18 settembre il Coordinamento Precari Scuola-Catania e il Comitato Sostegno Scuola Catania, insieme ai precari del personale ATA hanno salutato l’avvio dell’anno scolastico con una manifestazione di fronte ai cancelli del Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Catania. Dopo un primo momento di diffidenza, ascoltate e comprese le ragioni dei loro ex-docenti, una […]

Continua a leggere... La campanella dei precari

del 16 agosto 2009 (di )

L’entità dei tagli previsti per la scuola in Sicilia è stata ridotta. Per gentile concessione. Lo hanno concordato il ministro Gelmini e l’assessore regionale Leanza. Il nuovo protocollo d’intesa salva 1.800 posti di lavoro, tra docenti e personale ATA. Importante il salvataggio di 600 insegnanti di sostegno. Garantirà il diritto allo studio di un maggior […]

Continua a leggere... Scuola:i tagli non finiscono mai

del 30 ottobre 2008 (di )

Salviamo la Ricerca Questo è l’appello alla città dei ricercatori precari dell’Ateneo di Catania che hanno costituto un coordinamento permanente per protestare contro l’attacco all’Università rappresentato dalla legge 133/2008. Questa legge e altri recenti provvedimenti del Governo, riducendo drasticamente i fondi per l’Università, ne mettono in serio pericolo la sopravvivenza. L’Università e la Ricerca pubbliche, […]

Continua a leggere... Appello dei ricercatori precari