del 12 agosto 2013 (di )

Con le mani alzate o ‘armate’ di teleobiettivo, così appaiono i manifestanti No Muos del 9 agosto nelle foto e nei video che circolano sul web. Ecco perchè il termine ‘scontri’, utilizzato dall’Ansa e ripreso da quasi tutti i giornali nazionali, non ci sembra adeguato a descrivere una manifestazione caratterizzata da

Continua a leggere... No Muos, e la stampa vede scontri inesistenti

  COMUNICATO STAMPA           Stupiscono e preoccupano le dichiarazioni del presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta su possibili infiltrazioni della mafia all’interno della manifestazione di ieri a Niscemi contro l’installazione del MUOS. La partecipazione delle nostre associazioni all’iniziativa, insieme a quella di tanti cittadini e cittadine, comitati, movimenti, partiti, sindacati, enti […]

Continua a leggere... Associazioni a Crocetta, infiltrazioni mafiose? non nella manifestazione

Occupati i comuni di Niscemi, Caltagirone, Ragusa, Piazza Armerina, dopo il clamoroso via libera di Crocetta al MUOS la protesta non si ferma. A fare il punto della situazione, ospiti della sede dei Cobas Scuola di Catania, Alfonso Distefano (del Coordinamento regionale No Muos), Nino Romeo (uno degli artisti che supportano il movimento) e Sebastiano […]

Continua a leggere... Niscemi: dopo la retromarcia di Crocetta, la mobilitazione non si ferma

Il mare della Sicilia non diventerà una groviera, non sarà più trivellato. E questo per parecchi motivi. Lo Stato non può più e la Regione non vuole, almeno per ora, concedere alle compagnie il permesso di trivellarne i fondali. O almeno così dovrebbe essere. Andiamo con ordine. In virtù di una

Continua a leggere... Interviene la Consulta, no alle trivelle facili

“Abbiamo revocato definitivamente l’autorizzazione per il Muos (Mobile user objective system) di Niscemi”. Le parole del Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta sono esattamente quelle che il movimento, organizzato nel Coordinamento regionale dei Comitati NoMuos, voleva, e si aspettava, che venissero pronunciate. Alla vigilia della manifestazione nazionale del 30 (a conclusione di una mobilitazione ch

Continua a leggere... Revocata l’autorizzazione, vince il NoMuos e oggi l’Italia è a Niscemi

‘Vergogna, padre gesuita hai organizzato un dibattito politico in chiesa durante la settimana santa’. Dopo quasi tre ore di discussione sulle primarie, organizzata nel salone della parrocchia del Crocefisso dei miracoli, da decine di associazioni della cosiddetta società civile, questa frase, urlata più volte da una donna, può, involontariamente rappresentare lo stato di confusione che […]

Continua a leggere... Sindaco di Catania, tanti candidati e nessun programma

      COMUNICATO STAMPA     Il coordinamento regionale dei comitati No Muos esprime profonda indignazione per ciò che in questi giorni ed in queste ore, sta accadendo a Niscemi ad opera delle forze dell’ordine. Dopo gli attacchi violenti della polizia nei confronti delle donne del comitato Mamme No Muos e degli attivisti del […]

Continua a leggere... Coordinamento regionale comitati No Muos, nuovi tentativi di intimidazione

del 24 febbraio 2013 (di )

  COMUNICATO STAMPA       L’assessore regionale Zichichi sul Muos in questi giorni ha fatto affermazioni bizzarre e gravi. Nega la pericolosita’ delle parabole militari americane in costruzione a Niscemi sconfessando buffamente l’operato della Giunta Crocetta di cui fa parte, non tenendo conto degli studi dei ricercatori Zucchetti e Coraddu e degli inquietanti interrogativi […]

Continua a leggere... Zichici, Muos e meteoriti

del 12 gennaio 2013 (di )

“I siciliani sappiano – afferma il governatore della regione Rosario Crocetta– che il governo siciliano non farà alcuno sconto sulla salute dei cittadini e, nel giro di qualche giorno, il provvedimento di sospensione dei lavori e della

Continua a leggere... Crocetta sospende il Muos

Oltre un siciliano su due non è andato a votare, e chi lo ha fatto ha indirizzato in modo decisamente nuovo le proprie preferenze. Non a caso il Movimento 5 stelle di Grillo è risultato il partito più votato. Certo, c’è una riflessione che riguarda tutta la politica nazionale, ma occorre ragionare, anche, sulle specificità […]

Continua a leggere... Elezioni in Sicilia, tra voglia di cambiare e astensione