Oltre un siciliano su due non è andato a votare, e chi lo ha fatto ha indirizzato in modo decisamente nuovo le proprie preferenze. Non a caso il Movimento 5 stelle di Grillo è risultato il partito più votato. Certo, c’è una riflessione che riguarda tutta la politica nazionale, ma occorre ragionare, anche, sulle specificità […]

Continua a leggere... Elezioni in Sicilia, tra voglia di cambiare e astensione

del 11 ottobre 2012 (di )

Alle volte ritornano. No, stavolta non si tratta di morti viventi ma di manager vivi e vegeti, appena rimossi e subito promossi. E’ il caso di Giuseppe Calaciura, medico anestesista, commissario straordinario del Parco dell’Etna fresco di nomina. Niente niente che a fargli guadagnare i vertici del Parco sia stata la

Continua a leggere... Calaciura, ovvero alle volte ritornano

COMUNICATO STAMPA   Raffaele Lombardo deve dimettersi. Il presidente della regione non può restare al suo posto di governatore un solo giorno in più, dopo che la Procura di Catania ha depositato, giovedì 4 Aprile, la richiesta di “rinvio a giudizio” per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio, con l’aggravante mafiosa, per […]

Continua a leggere... Fabio Gaudioso (Catania Città Aperta), Lombardo deve dimettersi

del 27 febbraio 2012 (di )

Rosy Bindi é una foglia di fico? Così definisce Gad Lerner, le persone rispettabili, che più o meno consapevolmente, coprono situazioni che non andrebbero coperte ma evidenziate e denunciate. Ce lo chiediamo mentre nel palazzo della Cultura di Catania, la presidente del Partito Democratico, il giornalista conduttore dell’Infedele e il presidente di Confindustria Sicilia Ivan […]

Continua a leggere... Ma Rosy Bindi è una foglia di fico?

Fa sempre parlare di sé la Procura di Catania. Fa ancora parlare di sé. Ad occuparsene, con un’analisi acuta più di altre, Sebastiano Messina su La Repubblica del 15 settembre 2011. Stavolta il palazzaccio della città dell’Etna è al centro dell’attenzione della stampa e dei cittadini di buona volontà per una inchiesta che parte nel […]

Continua a leggere... Il Procuratore “assolve” Lombardo dal reato di mafia

del 17 settembre 2011 (di )

La decisione del facente funzioni di Procuratore della Repubblica di Catania Patanè, e dell’aggiunto Zuccaro , di prosciogliere Raffaele Lombardo e il fratello Angelo dall’accusa di associazione mafiosa,vanifica un’inchiesta che, con ampia documentazione, ha prospettato l’intreccio indissolubile che lega borghesia mafiosa,ceti politici e criminalità organizzata. Si riconferma,ancora una volta, la convinzione che a Catania,diversamente che […]

Continua a leggere... O Lombardo o il bene comune

Nonostante il Comune di Niscemi si sia espresso negativamente e non abbia rilasciato il nulla osta circa la valutazione di impatto ambientale, i lavori per la costruzione delle antenne militari ad altissima frequenza del MUOS (Mobile User Object System) sono iniziati (leggi Arrivano le antenne spia. Scempio USA in Sicilia, IlFattoQuotidiano, 14 agosto 2011). Da […]

Continua a leggere... Muos, i lavori procedono e il Comune si ribella

COMUNICATO STAMPA “Le indiscrezioni, riguardo la mancata approvazione del piano dei rifiuti, che da giorni arrivano dal Ministero dell’Ambiente e che oggi sono state riprese da articoli di stampa, confermano i nostri peggiori timori. Da quasi 4 mesi, facciamo appello al governo Lombardo affinché revochi il suo sostegno alla dichiarazione d’emergenza, perché come ha più […]

Continua a leggere... Legambiente Sicilia, WWF e Rifiuti Zero su mancata approvazione del piano regionale rifiuti

del 10 febbraio 2011 (di )

Non sappiamo se l’Ikea aprirà mai un ‘negozio’ in Kazakistan, ma certo il responsabile dell’azienda per quel paese difficilmente potrà lamentare, da parte del rais locale, un trattamento simile a quello subito dal suo collega Ton Reijmers, responsabile per l’Italia, a Palermo. Il fatto: per quanto convocato dal governatore Lombardo, dopo aver fatto un’ora di anticamera, si […]

Continua a leggere... Lombardo perde il pelo ma non il vizio

Chi non crede ai detenuti non può ignorare, però, l’S.O.S. della polizia penitenziaria che parla di “tragedia penitenziaria”. E per dare maggiore forza alla loro denuncia i poliziotti che lavorano dentro le carceri hanno deciso di fare lo sciopero della fame e di rendere

Continua a leggere... Tragedia carceri, sciopero della fame per gli agenti