del 15 May 2020 (di )

Non è facile progettare un parco giochi con “gli occhi di un bambino” , se lo si facesse, però, il risultato probabilmente sarebbe eccellente. Antonella Carta, docente di materie letterarie presso il liceo Boggio Lera di Catania, prova a guardare con gli occhi di un diciassettenne diversabile il mondo che lo circonda (Come nuvole di […]

Continua a leggere... Come nuvole di cotone

Cosa hanno in comune Attilio Bertolucci, Gozzano, Pavese, Verga? Nel romanzo “La solitudine dell’orso” (Scatole Parlanti) accompagnano Andrea Alba (giovane

Continua a leggere... La solitudine dell’orso, tra sogni e precarietà

Cosa significa passare dall’Europa, terra dei diritti sociali e delle libertà, alla Corea del Nord, dominata da controlli e sorveglianza maniacale, dove ogni azione è il prodotto di un’idolatria? Ne abbiamo parlato ieri sera alla birreria Malto di

Continua a leggere... Pyongyang paranoica, una testimonianza diretta del regime dei Kim

No, non si tratta di mail, di sms o di messaggi whatsapp. Stavolta la comunicazione avviene tramite un epistolario, come si usava tanto tempo fa: si tratta di lettere, lettere vere e proprie. Quelle, per intenderci, attraverso le quali potevamo

Continua a leggere... La luce della Jnestra, ovvero le parole della libertà

del 3 September 2019 (di )

Il titolo rimanda a tutt’altro. Addirittura a Bond, “Il mio nome é Bond, James Bond”. Il personaggio, però, é di tutt’altro calibro. E’ Antonio Gramsci, un politico di grande spessore e il cui pensiero, secondo l’autore, Giuseppe Amata, “si può

Continua a leggere... Fantastico quel Gramsci!

del 13 August 2019 (di )

Un cancello che si apre o si chiude al nostro passaggio non ha nulla di speciale, a meno che non sia quello di un carcere. Acquista, in questo caso, un carattere fortemente simbolico e con emozione viene rievocato da Katya Maugeri nel suo libro “Liberaci dai nostri mali” (Villaggio Maori Edizioni), che racconta i colloqui […]

Continua a leggere... Oltre le sbarre, sette detenuti si raccontano

del 1 June 2019 (di )

“Un respiro di troppo” è il titolo del romanzo noir che Massimo Polimeni ha ambientato in Sicilia e che è stato presentato ieri, venerdì 31 maggio, al Palazzo della Cultura, in occasione ed a chiusura della rassegna “Maggio dei libri”. Il

Continua a leggere... Un respiro di troppo

In occasione del “maggio dei libri”, nella bella sala del piccolo refettorio della biblioteca Ursino Recupero è stato presentato il libro di Salvatore Borzì “L’alunno del tempo. La straordinaria vita del giudice Filocleone” per i tipi di Algra Editore. Gli studiosi Dario Stazzone e Salvatore Daniele, introdotti dalla padrona di casa Angela Carbonaro, hanno

Continua a leggere... L’alunno del tempo, un racconto di formazione

Cogliere il ritmo e l’armonia già presenti nel creato, sol che ci si sappia sintonizzare col respiro dell’universo: è questa l’ambizione di Romana Romano nel nuovo volume di poesie “Risplende di nuovo il sole”, presentato domenica scorsa nei locali della biblioteca del Castello di Leucatia. A presentarlo sono stati Mina Mancuso, docente di lettere, e

Continua a leggere... Chiaroscuri e variazioni nella poesia di Romana Romano

Non solo l’autore del gesto violento, ma anche la vittima e tutta la comunità devono essere coinvolti: è quello che prevede la giustizia riparativa o rigenerativa, come qualcuno preferisce chiamarla. In questa visione della giustizia non abbiamo al centro l’imposizione di una pena da scontare ma il recupero della relazione. Argo ne ha già

Continua a leggere... Giustizia rigenerativa, come trasformare i conflitti