Un voto contro Renzi o contro la sua riforma costituzionale? Il NO degli Italiani al Referendum è un dato non facile da interpretare. Del merito della vittoria si appropriano sia le destre (Berlusconi, Salvini), sia il Movimento 5 Stelle, sia quella parte di società progressista che, pur non avendo attualmente un punto di riferimento politico, […]

Continua a leggere... Referendum costituzionale, un voto contro Renzi?

Dopo aver esposto problematicità e rischi della riforma costituzionale, con particolare riferimento a natura e funzioni del nuovo Senato, il costituzionalista Ettore Palazzolo completa oggi l’analisi del testo di revisione costituzionale che sarà oggetto di referendum. Al vaglio la riforma del Titolo V e gli strumenti di democrazia diretta. In chiusura una riflessione conclusiva. La […]

Continua a leggere... Riforma costituzionale, perchè NO? (parte seconda)

“Una modifica della Costituzione piuttosto confusionaria e in alcuni aspetti, potenzialmente pericolosa“.  Alla vigilia del voto referendario così la definisce il costituzionalista Ettore Palazzolo, che propone oggi una analisi del ‘nuovo’ Senato mettendo in luce ambiguità e potenziali rischi. Ecco i punti segnalati come più problematici e le falsità inerenti ad alcuni di essi: 1. […]

Continua a leggere... Riforma costituzionale, perchè NO? (parte prima)

Ancor prima di entrare nel merito dei singoli aspetti della riforma costituzionale, cosa che ci ripromettiamo di fare, pubblichiamo oggi un contributo del costituzionalista catanese Ettore Palazzolo su importanti questioni di metodo. Questo referendum costituzionale rischia di spaccare il Paese,perchè, a differenza di altri aventi per oggetto (divorzio, aborto, ecc.) temi importanti ma molto settoriali, […]

Continua a leggere... Dopo il referendum la Costituzione sarà ancora la nostra ‘casa comune’?

“Basta un sì per togliere poteri alle regioni inefficienti” è uno degli slogan della campagna organizzata dal Governo a sostegno del referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. Sarà che la Sicilia viene considerata dall’attuale governo una regione efficiente, in cui non si consumano sprechi e non si difendono privilegi. O sarà che la complessità delle […]

Continua a leggere... Riforma costituzionale e regioni a statuto speciale

del 21 settembre 2016 (di )

Niente proclami e nessuna retorica. Calogero Virzì ha scelto uno stile asciutto e senza enfasi per l’agile libretto in cui ricostruisce gli interventi operati sulla Costituzione, dalle sue origini fino alla riforma che verrà sottoposta a referendum ad ottobre. Uno strumento utile per andare a votare con cognizione di causa. In un piccolo formato e […]

Continua a leggere... Verso il referendum, un agile strumento per capire

del 12 luglio 2016 (di )

Pubblichiamo oggi il secondo intervento del costituzionalista catanese Ettore Palazzolo, una riflessione sull’istituto del referendum, in Gran Gran Bretagna e in Italia, che coinvolge anche il problema della sovranità, della demagogia e del “dispotismo di maggioranza“. Vorrei formulare delle brevi considerazioni sull’istituto del referendum che qualcuno in Italia vorrebbe estendere anche alle

Continua a leggere... Paese che vai, referendum che trovi

del 6 luglio 2016 (di )

Riceviamo dal costituzionalista Ettore Palazzolo una riflessione sulla Brexit e sull’istituto referendario in quanto tale. Verrà completata a breve da un successivo intervento. Sulla base dell’appartenenza geografica, culturale e generazionale dei votanti dei due schieramenti, vari osservatori hanno notato come, non solo alcuni territori come La Scozia e l’Irlanda del Nord, ma anche Londra e […]

Continua a leggere... Brexit, da referendum a referendum

del 31 maggio 2016 (di )

Anche i Liberali hanno costituto un Comitato per il NO alla riforma costituzionale. Spiegano la loro scelta nel seguente, sintetico documento di cui sono primi firmatari Beatrice Rangoni Machiavelli, Giuseppe Bozzi e il siciliano Vincenzo Palumbo. Al referendum costituzionale confermativo della

Continua a leggere... Cinque NO liberali alla nuova Costituzione

Non solo personaggi di spicco del mondo ecclesiastico come Alex Zanotelli, Paolo Farinella o il vescovo emerito Raffaele Nogaro, ma anche magistrati come Domenico Gallo e uomini politici come Raniero La Valle o Giuseppe Campione che fu presidente della Regione Siciliana dopo le stragi del ’92. E ancora docenti, universitari e non, giornalisti, insegnanti, medici, […]

Continua a leggere... NO alla democrazia dimezzata, l’appello dei cattolici