del 16 luglio 2016

Di recente le Soprintendenze siciliane sono entrate nella cronaca per le conferme e le nuove nomine dei loro dirigenti. A noi, interessati alla difesa dei beni comuni, tanto più se attinenti al nostro patrimonio artistico, archeologico e paesaggistico, la questione è parsa importante e abbiamo voluto capirne qualcosa di più. Lo abbiamo fatto nel modo […]

Continua a leggere... Nomine soprintendenze, quali i criteri?

del 23 gennaio 2016

Montagne sommerse, attività idrotermali, coralli molli, coralli neri e rossi, aquile di mare, cernie rosse e altri pesci rari, 150 specie animali e vegetali, di cui 18 protette, e 13 habitat tutelati da convenzioni internazionali. L’incredibile ricchezza del

Continua a leggere... Il mondo sommerso del mare di Sicilia

del 22 ottobre 2015

Per il chiosco che continua a somministrare alimenti e bevande in piazza Nettuno, noi cittadini catanesi dovremo sborsare 2 mila euro, le spese legali che il Comune è stato condannato a pagare dal TAR che ha dato torto all’amministrazione nel ricorso presentato dalla società Nuova Epoca. La cifra in fondo è

Continua a leggere... Piazza Nettuno, la vittoria del Chiosco

Era inevitabile che avvenisse. La Catania Parcheggi spa non poteva accettare senza reagire l’annullamento dell’appalto relativo al parcheggio interrato di piazza Raffaello Sanzio, decretato dal Comune di Catania nel giugno di

Continua a leggere... Parcheggio Sanzio, ora la ditta vuole una barca di soldi

Diminuiscono le aree protette, aumentano i giorni e i terreni disponibili per i cacciatori. Tutto in virtù della modifica della Legge sulla caccia in Sicilia che rischia di passare nel silenzio generale. Le norme approvate in commissione Attività Produttive della Regione siciliana vengono incontro soprattutto alle richieste dei cacciatori con la diminuzione della superficie di […]

Continua a leggere... Sicilia, più che mai paradiso di caccia

Periodi limitati in cui è possibile praticare l’attività venatoria e numero limitato di capi che è permesso cacciare, per ogni specie. Sono i vincoli a cui è sottoposta la caccia da quando è aumentata la sensibilità ambientale ed è diminuito il numero di animali selvatici presenti sul territorio. Da qui la necessità di un

Continua a leggere... La Lipu contro la pre-apertura della caccia

Un giudizio tagliente ma ben motivato sulla legge regionale sui centro storici approvata nello scorso mese di luglio. Lo ha espresso la consulta regionale degli ordini degli architetti, bollando la legge come soluzione pasticciata, frutto di arretratezza culturale che ignora quanto prodotto dal sapere scientifico e

Continua a leggere... Gli architetti siciliani: la legge sui centri storici è un pasticcio

Ma sì, facciamole queste trivellazioni nel Canale di Sicilia! quanto volete che valgano le preoccupazioni sulle possibili conseguenze negative per la salute e l’ambiente! Ce lo suggerisce implicitamente la sentenza emessa a maggio dal TAR del Lazio, di cui sono state depositate a giugno le

Continua a leggere... Sentenza Tar trivelle, “Perforiamo e poi se ne parla”

Saremo considerati come l’Isis per avere approvato una legge sui centri storici che non attribuisce importanza al patrimonio storico e artistico delle nostre città, proprio quello che andrebbe tutelato anche sulla base dell’articolo 9 della Costituzione? La preoccupazione è stata espressa da PierLuigi Cervellati, autorevole architetto che, pur non

Continua a leggere... Legge centri storici, l’Ars come l’Isis?

del 22 luglio 2015

La riserva naturale orientata di Cavagrande del Cassibile (Avola-Siracusa) è, ancora oggi, chiusa ai visitatori, nonostante sia trascorso oltre un anno (giugno 2014) dall’incendio che distrusse parte della macchia mediterranea. Giungere dall’ingresso principale alla zona dei laghetti (la più conosciuta e ammirata) è

Continua a leggere... Cavagrande, laghetti chiusi