del 28 luglio 2012 (di )

A fianco di Roberto Scarpinato, procuratore generale della Corte di Appello di Caltanissetta, si sono schierati non solo i familiari di Paolo Borsellino (la moglie Agnese, il fratello Salvatore e la sorella Rita), ma anche l’Associazione Nazionale Magistrati che ha difeso il “giusto richiamo, […] alla coerenza dei comportamenti e al rifiuto di ogni compromesso, […]

Continua a leggere... Md e Area con Scarpinato

del 8 novembre 2011 (di )

Il Codice Antimafia, recentemente promulgato, è riuscito nell’intento di razionalizzare le norme relative alla confisca dei beni e a rivederle alla luce delle nuove strategie finanziarie delle organizzazioni mafiose? Se n’è discusso sabato 5 al Palazzo di Giustizia di Catania in un convegno organizzato da

Continua a leggere... Le armi spuntate del Codice Antimafia

del 29 marzo 2011 (di )

Loro lo chiamano “giusto processo” e il presidente del Consiglio lo sponsorizza dalle sue reti televisive e dalle nostre. Il consiglio dei ministri lo ha approvato all’unanimità. E’ il testo di riforma della giustizia varato qualche giorno fa. Ai cittadini critici non piace e nemmeno ai magistrati. Ecco perché. Ce lo ha spiegato

Continua a leggere... Scarpinato e il processo ingiusto

del 29 gennaio 2010 (di )

Riciclaggio di denaro sporco, business del cemento e del movimento terra, alleanza con le nuove classi dirigenti di imprenditori e amministratori pubblici: “nel carrello della spesa il nuovo volto di Cosa nostra“. E’ la lucida analisi che abbiamo trovato in Linus del gennaio 2010 (Il granaio d’Italia di Walter Molino) “842 mila metri quadri: Terreno […]

Continua a leggere... Se il centro commerciale è Cosa nostra