del 12 agosto 2014 (di )

Da qualche tempo, alcuni gruppi di militari americani di stanza a Sigonella, quelli stessi che sono impegnati a difesa degli interessi degli Stati Uniti nel continente africano.  operano per  pulire o liberare dal degrado luoghi di interesse pubblico, come nota il comunicato stampa, di seguito riportato, a firma di Luca Cangemi, della direzione nazionale di […]

Continua a leggere... Che ci fanno i marines nei luoghi di Verga?

del 21 febbraio 2014 (di )

Che la Sicilia, per la sua posizione baricentrica rispetto al Mediterraneo, sia una risorsa per le relazioni interculturali e un’opportunità per gli scambi commerciali, ce lo sentiamo ripetere in continuazione dai nostri inconcludenti politici. Chi invece lo ha capito benissimo e ne approfitta a man bassa sono gli Stati Uniti che vi hanno investito, e continuano […]

Continua a leggere... Sigonella, provincia di Washington

del 11 ottobre 2013 (di )

  COMUNICATO STAMPA Nuovi marines a Sigonella, la Sicilia sempre più piattaforma di guerra. I vertici militari degli Stati Uniti spostano dalla Spagna alla base di Sigonella altri 200 marines pronti ad entrare in azione, oggi in Libia, domani in altri scenari di guerra in Africa e Medio Oriente, così come i droni e gli […]

Continua a leggere... Cangemi (PRC), altri 200 marines a Sigonella

Non è una novità che gli USA abbiano scelto Sigonella come capitale dei droni e la Sicilia come piattaforma strategica per le loro operazioni militari nel continente africano, in Afghanistan, Pakistan e via discorrendo. Ne parla da tempo soprattutto Antonio Mazzeo nel suo blog, fornendo dati e cifre. Di recente Repubblica ha pubblicato un documento […]

Continua a leggere... DRONI – AGS, sette domande per saperne di più

del 20 luglio 2013 (di )

Predator un nome che non preannuncia niente di buono. Sono i famosi droni, aerei senza pilota, che da alcuni anni sono stabilmente presenti nella base di Sigonella, da dove, ad esempio, partivano durante la guerra in Libia. Inoltre, come scrive Antonio Mazzeo , accanto “agli aerei killer Sigonella è anche la sede degli

Continua a leggere... Droni, i killer della porta accanto

Erano venuti in ‘gita sociale’ organizzata da US Navy e Ministero della Difesa per sentire esaltare le magnifiche sorti e progressive del MUOS di Niscemi. Ma il folto gruppo di giornalisti ospitati a Sigonella e portati in giro su un autobus militare scortato da un nutrito schieramento di polizia e carabinieri, ha subito dimostrato di

Continua a leggere... Muos, la visita guidata dei giornalisti embedded

del 4 novembre 2012 (di )

Il 4 novembre, anniversario della fine della prima guerra mondiale per l’Italia, si celebra il Giorno dell’Unità nazionale e la Giornata delle Forze Armate. Come ogni anno, oltre alle manifestazioni ufficiali, sono tanti gli inviti perché in questa giornata venga messo al centro il rifiuto della guerra. ‘Ogni vittima ha il volto di Abele’, questo […]

Continua a leggere... 4 novembre, il volto di Abele e i droni

Niscemi, come accadde per Comiso negli anni Ottanta, è oggi al centro della cronaca nazionale. Ancora una volta, purtroppo, si parla della Sicilia per i processi di militarizzazione che la stanno trasformando in una sorta di ‘grande portaerei’ collocata nel cuore del Mediterraneo. Nella riserva naturale Sughereta (sito di interesse comunitario) della città nissena, dove […]

Continua a leggere... Oggi, sabato 6 ottobre, tutti a Niscemi per bloccare il MUOStro

COMUNICATO STAMPA     La risposta (negativa) delle autorità militari di fronte alla richiesta di un utilizzo temporaneo di Sigonella, in considerazione dei lavori all’aeroporto di Fontanarossa, fa emergere clamorosamente quanto denunciamo da anni: il ruolo devastante della concentrazione militare di Sigonella. L’arrivo dei droni, gli aerei senza pilota, di cui Sigonella si appresta a […]

Continua a leggere... Luca Cangemi (FdS), il cielo della Sicilia venduto agli aerei militari.

del 10 settembre 2012 (di )

Immaginate di attraversare un bosco, una sughereta per la precisione, del quale non si intravede la fine. All’improvviso una radura, tragico segno dell’intervento dell’uomo. Tanti terrapieni, la vegetazione sparita e, al posto degli alberi, decine e decine di tralicci, come un’enorme ragnatela: le antenne NRTF (Naval Radio Transmitter Facility ) della base militare della marina […]

Continua a leggere... Niscemi, via le antenne dal bosco