Quattro generazioni che hanno ancora voglia di crescere e percorrere nuove, e ambiziose, strade. Sono quelle della famiglia Napoli, l’unica sopravvissuta -a Catania- alla crisi che negli anni cinquanta fece chiudere, ad uno ad uno, i teatri dei pupi presenti in ogni quartiere. Nessuno stupore, quindi, nel vederla recitare nel teatro ‘occupato’ della Città, il […]

Continua a leggere... I pupi dei Napoli raccontano il ‘mondo offeso’ di Vittorini

del 1 giugno 2013 (di )

Se qualcuno sperava che con il passare del tempo i cittadini di Niscemi avrebbero digerito l’ulteriore ampliamento della base navale U.S.A. ha clamorosamente sbagliato. Il 31 maggio, infatti, l’intera popolazione si è riversata nelle piazze cittadine (oltre cinquemila persone in corteo) chiedendo non solo il definitivo accantonamento del

Continua a leggere... Niscemi in piazza, via MUOS e antenne

del 12 marzo 2013 (di )

Uno spazio angusto, nero e asfittico, soffocante come una cella anche se privo di sipario, buio come un dolore che niente e nessuno può lenire, vuoto come la solitudine, nero come l’aria che manca, che non circola più nei polmoni di un operaio morto di lavoro, proprio il giorno prima del licenziamento. Morire di lavoro […]

Continua a leggere... Così si muore di lavoro

del 8 dicembre 2012 (di )

“Immaginate una pozza di neve sciolta, vicino alla quale un bambino di appena dieci anni aspetta che vengano a prenderlo per portarlo via: andrà a stare da suo fratello maggiore, organista a Ohrdruf, perché suo padre è morto, otto mesi dopo la madre, e lui non può rimanere solo ad Eisenach”. Così l’attore Cristiano Nocera […]

Continua a leggere... Come Bach, work in progress al Coppola

del 10 ottobre 2012 (di )

Non sfonda una porta aperta chi vuole prendere posizione, oggi a Catania, contro la pena di morte, considerata ancora da molti un modo efficace per contrastare la diffusione del crimine. Ben venga quindi l’iniziativa del gruppo Italia 72 di Amnesty International che stasera ci invita a ricordare il decimo anniversario della giornata internazionale contro la […]

Continua a leggere... Amnesty, no alla pena di morte

Gli amministratori catanesi non sembrano essersene accorti anche se ultimamente con i Briganti del San Teodoro, ci sono stati incontri ufficiali. E in ogni caso i ragazzi di Librino non hanno avuto né sovvenzioni, né facilitazioni. Nessuno “sconto”, dunque, nemmeno quando hanno diserbato, pulito, qualificato il terreno del campetto di Librino (costato 10 milioni di […]

Continua a leggere... Allrugby, Repubblica e Rai3 parlano dei Briganti di Librino

del 13 gennaio 2012 (di )

Uno, il Teatro Valle, prestigioso e collocato nel centro storico della capitale, gestito dall’E.T.I. (Ente Teatrale Italiano) sino a quando, con l’ultima finanziaria, questo Ente è stato soppresso. L’altro, il Coppola, primo teatro di Catania, chiuso da anni, in attesa di lavori di ristrutturazione mai completati. Due strutture unite dal fatto di essere entrambe attualmente […]

Continua a leggere... Il teatro Valle al teatro Coppola

  Catania, 1° gennaio 2012 Il 16 dicembre scorso attori, maestranze ed operatori dello spettacolo hanno riacceso i riflettori sull’ex Teatro Coppola nel quartiere Civita, occupandolo per trasformarlo in “Teatro dei Cittadini”. Secondo quanto si apprende dagli organi di stampa, l’edificio sito in Via del Vecchio Bastione n° 9, che a partire dal 1821 ospitò […]

Continua a leggere... Città Insieme sull’ex teatro Coppola e i lavori di ristrutturazione

del 18 dicembre 2011 (di )

  COMUNICATO STAMPA     Il 16 Dicembre 2011 è stata una bella giornata per Catania. Grazie ad un gruppo di cittadini attivi e consapevoli, ci piace chiamarli così, oltre che lavoratori e lavoratrici dello spettacolo, è stato restituito alla città un nuovo spazio: il Teatro Coppola– teatro dei cittadini. L’Arci di Catania sostiene questa […]

Continua a leggere... Arci Catania sostiene il teatro dei cittadini

Il primo teatro pubblico catanese, il teatro Coppola di via Vecchio Bastione, da lungo tempo inutilizzato (nel 2005 sarebbe dovuto diventare sala prova dell’orchestra del Bellini, ma il progetto non andò avanti) è stato occupato da lavoratrici e lavoratori siciliani della cultura e dello spettacolo; artisti, maestranze e operatori che, con questo gesto, vogliono restituire […]

Continua a leggere... Occupato il Teatro Coppola, la parola ai catanesi