del 31 luglio 2018 (di )

Legalizzare la prostituzione la renderebbe più sicura? Le donne sarebbero più tutelate? Il fenomeno si ridurrebbe? Nulla di tutto questo. Nella giornata internazionale contro la tratta, che ricorre il 30 luglio, un gruppo di

Continua a leggere... Prostituzione, legalizzare è davvero utile?

Una pasionaria italiana e, per adozione, anche siciliana. Di Maria Giudice, della sua vita sempre in prima linea nella difesa delle donne e dei lavoratori, della modernità delle sue idee e delle sue scelte ha parlato ieri Sara Fagone nel salone della CGIL all’interno della manifestazione “Donne e lavoro tra passato e futuro”, organizzata in […]

Continua a leggere... Maria Giudice, la socialista intransigente madre di Goliarda

del 10 ottobre 2013 (di )

Sono stati in vita poco più di due anni ed ora rischiano di essere cancellati e scomparire per sempre dalla vita della Rai e da quella della nostra società. Sono i 13 articoli dell’appello Donne e media che hanno impegnato l’emittente italiana nel contratto di servizio pubblico in vigore da giugno 20111 e che disegnavano […]

Continua a leggere... La Rai e le donne, 13 articoli in pericolo

del 8 marzo 2012 (di )

Come sempre l’otto marzo anche a Catania si moltiplicano le iniziative per la cosiddetta “festa della donna”. Tutte concentrate lì, in pochi giorni, più o meno a cavallo della fatidica data. Come sarebbe meglio se fossero diluite in tutto l’anno… Ma tant’è. Purtroppo anche quest’anno sull’altare dell’8 marzo saranno sacrificate mimose mentre sciami di donne […]

Continua a leggere... Anna Maria Scarfò, la forza di parlare

    L’UDI di Catania chiede alle donne, prima di tutto, oltre che alle istituzioni   In questi giorni e fino al 19 luglio, è in corso a New York presso l’Alto Commissariato dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, la riunione del Comitato internazionale per l’eliminazione delle discriminazioni contro le donne (Convenzione CEDAW). Obiettivo della […]

Continua a leggere... UDI Catania sulla Raccomandazione generale per eliminare le discriminazioni contro le donne

del 22 febbraio 2009 (di )

I manifesti campeggiano  per le strade di Catania e le immagini parlano chiaro. Ci sono dei militari che, con il pretesto di un controllo,  palpeggiano e, con prepotenza e forza, hanno la meglio su due donne. Contro questa pubblicità, che offende tutte le donne alludendo allo stupro, protesta l’Udi di Catania. L’Unione donne italiane etnea ha […]

Continua a leggere... No agli stupri sempre, anche sui manifesti