All’estero, anche negli Usa, lo conoscono più e meglio che in Italia. Uno a caso, il regista Martin Scorsese ha manifestato il suo dolore per la perdita di Vittorio De Seta. Definisce i suoi documentari a colori come “poetiche cronache di vita nell’Italia del sud, della Sardegna e della Sicilia”. “De Seta -dice- non documentò […]

Continua a leggere... E’ morto Vittorio De Seta, cantore della Sicilia che fu

del 24 aprile 2011 (di )

Siamo nel ’55. Stavolta il regista palermitano Vittorio De Seta punta l’obiettivo sulle feste di Pasqua in Sicilia, su tre paesi in particolare San Fratello, Delia ed Aidone. A San Fratello si scatenano i Giudii, che impersonano il male, il diavolo. Impazzano per tre giorni con scherzi irriverenti e dispetti, indossando i loro antichi, variopinti […]

Continua a leggere... Vittorio De Seta e la sua Pasqua in Sicilia

La voce del vento, la voce del mare, del frangersi delle onde sulle rocce, quella delle viscere del vulcano, il rintocco di una campana, i canti delle donne e quelli degli uomini. E’ questo il sonoro del documentario “Isole di fuoco”, girato alle Eolie nel 1954 dal regista palermitano Vittorio De Seta. La violenza dell’eruzione […]

Continua a leggere... Le Eolie di De Seta, isole di fuoco e di vento

“Lu tempu di lu pisci spata” è uno dei sei documentari che il regista palermitano Vittorio De Seta gira in Sicilia tra il ’54 e il ’55. Tra Aprile ed Agosto, il pesce spada va a deporre le uova nelle acque dello Stretto di Messina. Da Bagnara Calabra a Scilla, fino a Messina e Punta […]

Continua a leggere... “Lu tempu di lu pisci spata” e quello di De Seta

Vi proponiamo adesso “Contadini del mare”, altro documentario-verità del regista palermitano Vittorio de Seta, primo film maker totale. Stavolta De Seta filma il rito mortale, terribile, della pesca del tonno. Siamo nel 1955, nella tonnara di Granitola. Alle prime luci dell’alba i pescatori si avviano verso il largo dove attendono l’arrivo dei tonni preparando loro […]

Continua a leggere... “Contadini del mare”, la pesca del tonno di Vittorio De Seta

Il mondo perduto, così si intitola la raccolta di cortometraggi del regista palermitano Vittorio De Seta, che contiene alcuni dei più intensi brani della storia del documentario italiano. Una ricognizione di realtà e tradizioni millenarie che ancora sopravvivevano intatte nell’Italia rurale degli anni cinquanta, prima di essere spazzate via dalla brusca accelerazione che i mezzi […]

Continua a leggere... La “Parabola d’oro” di Vittorio De Seta

I visitatori fedeli di Argo hanno già potuto vedere un documentario-verità di Vittorio De Seta, “Surfarara”. Adesso ve ne mostriamo un altro, “Pescherecci” girato in mare, insieme ai pescatori, a bordo, appunto, di un peschereccio. Anche qui nessun commento del regista palermitano di “Banditi a Orgosolo”, nessuna voce narrante. Solo il rumore sordo del motore, […]

Continua a leggere... “Pescherecci”, in mare con Vittorio De Seta

del 20 giugno 2010 (di )

I giovani non lo conoscono affatto. I meno giovani lo ricordano a stento. Eppure il palermitano Vittorio De Seta è l’autore di pregevoli documentari, di recente ospitati a Parigi, nell’Auditorium del museo del Jeu de Paume, all’interno di “Sicilia, uomini, paesaggio“, un’ampia retrospettiva dedicata al documentario siciliano. Ma chi è Vittorio De Seta? Architetto mancato […]

Continua a leggere... “Surfarara”, in miniera con De Seta

del 5 giugno 2010 (di )

Il cinema ama la Sicilia ben più di quanto i siciliani non amino il cinema. Almeno a giudicare dalle sale chiuse nelle città siciliane. E dall’interesse del mondo e dal suo amore per il cinema siciliano, per quello girato in Sicilia, diretto da siciliani, con siciliani nel cast. In mostra in due rassegne, a Parigi […]

Continua a leggere... Il cinema siciliano tra Parigi e New York