Scorci poco noti di grande bellezza naturalistica, come abbiamo visto alla foce dell’Acquicella o nei boschetti di pioppio bianco, olmi e salici, ma anche manufatti di notevole interesse, arricchiscono l’area che potrebbe divenire Parco cittadino, grande polmone verde di cui la nostra città ha davvero bisogno. Abbiamo di recente parlato

Continua a leggere... Monte Po, emergenze archeologiche nel parco che verrà

L’area dei paesaggi incontaminati, la parte più naturale e più selvaggia del Parco naturale dell’Etna, quella in cui si rifugia la fauna più pregiata e dove è ancora possibile apprezzare il silenzio o il richiamo di tante specie presenti: è l’area interessata al provvedimento di accesso dei veicoli firmato nel mese di settembre dal direttore […]

Continua a leggere... Assalto all’Etna, le associazioni si rivolgono al TAR

Della collina di Monte Po abbiamo parlato di recente come di un’area di notevole interesse non solo paesaggistico ma anche storico ed archeologico. Dovrebbe rientrare nel grande Parco che, seguendo il corso del fiume Acquicella e arrivando fino al mare, può costituire per Catania il polmone verde di cui la città ha bisogno. Rapporto diretto […]

Continua a leggere... Monte Po, le difese di Catania nel parco che verrà

del 9 November 2021 (di )

Nel corso di un recente incontro della Consulta Comunale del Verde, in cui si discuteva dell’accesso alla stazione ferroviaria Fontanarossa e della riorganizzazione della viabilità e del verde, è emerso il tema dei parcheggi. Ce ne sono ormai molti di parcheggi nell’area areoportuale, già realizzati e in corso di

Continua a leggere... Fontanarossa, parcheggi e allagamenti

Cosa accade nei pantani Gelsari e Lentini, area umida di grande interesse naturalistico? Parliamo di un’area che riveste una grande importanza per la conservazione di diverse specie di uccelli migratori, alcune delle quali a rischio di

Continua a leggere... Gelsari e Lentini, aree naturalistiche minacciate

L’evento meteorologico che ha interessato in questi giorni Catania è stato tale da indurre i media nazionali ad interessarsene. Si è trattato di un ciclone mediterraneo, detto Medicane dalla fusione dei termini Mediterraneum e hurricane, che segnala

Continua a leggere... Catania, la politica e i disastri “naturali”

Cambiamento climatico, fonti energetiche rinnovabili, transizione ecologica (ora abbiamo anche il ministero!) sono espressioni entrate ormai nell’uso comune. I ragazzi del FFF (Fridays For Future), e non solo loro, scendono in piazza per chiedere ai governi interventi urgenti per invertire la rotta, tagliare le emissioni che distruggono l’atmosfera e fanno innalzare la

Continua a leggere... I piccoli gesti con cui distruggiamo l’ambiente

Sull’accesso di veicoli al versante ovest dell’Etna, autorizzato dal direttore del Parco, si sono già espresse in modo critico un gruppo di associazioni preoccupate per lo sconvolgimento che minaccia l’area meglio conservata e più ricca di ecosistemi e

Continua a leggere... Etnaviva, rivedere l’accordo sull’accesso dei veicoli al versante ovest

La promessa è quella di “cambiare radicalmente le abitudini di mobilità dei cittadini” e fare di Catania una città virtuosa per “la sostenibilità ambientale del movimento delle persone.” Come? Realizzando 40 km di piste ciclabili con 8,2 milioni di euro provenienti dai fondi

Continua a leggere... Rete ciclabile a Catania, il percorso non è partecipato

L’accesso al versante Ovest del Parco dell’Etna da parte di veicoli ‘ecocompatibili’ (ma si parla anche di bus e pulmini), è stato autorizzato dal direttore del Parco dell’Etna, Giuseppe Di Paola con una firma che, sul sito del Comune di Bronte, viene definita storica. Adesso, con piena soddisfazione dei rispettivi s

Continua a leggere... L’assalto all’ultimo lembo ancora integro dell’Etna