del 14 August 2009 (di )

Tratto da: Catania 1,6 miliardi di euro per Stm e Numonyx. Sarà il fotovoltaico a salvarle, in Quotidiano di Sicilia del 31 luglio 2009 Nebbia in Val Padana e sole splendente in Sicilia ? A giudicare dalle cifre riportate da R. Battiato in un articolo del 6 agosto sempre sul Quotidiano di Sicilia, sembrerebbe che […]

Continua a leggere... StM-Numonyx: un futuro possibile

del 4 August 2009 (di )

Abbiamo di recente affrontato più volte un problema di grande attualità in Sicilia, quello degli inceneritori: http://www.argocatania.org/2009/07/27/ne-cuffaro-ne-lombardo/;   http://www.argocatania.org/2009/07/05/affari-sospetti/;  http://www.argocatania.org/2009/07/04/se-prima-eravamo-in-quattro/ . Vogliamo chiarire il motivo per cui non abbiamo mai usato il termine termovalorizzatore, spesso adoperato in sostituzione di quello di inceneritore. Da premettere: l’inceneritore è un impianto che ha come principale finalità la combustione […]

Continua a leggere... Inceneritori o Termovalorizzatori?

del 27 July 2009 (di )

In Italia gli inceneritori sono 52 e trattano quattro milioni di tonnellate di rifiuti. Secondo il piano di Cuffaro del 2002, in Sicilia ne sono stati previsti quattro (Bellolampo, Augusta, Campofranco e Paternò), capaci di trattare complessivamente all’incirca 2 milioni di tonnellate, quasi la metà dei rifiuti inceneriti in tutta la penisola. Si tratta, infatti, […]

Continua a leggere... Nè Cuffaro nè Lombardo

del 11 July 2009 (di )

Riguarda tutta la nazione ma incombe soprattutto sulla Sicilia (individuata come sede di future centrali) il pericolo del ritorno all’energia nucleare. Spacciata per sicura, economica e capace di rispondere prontamente all’indubbio bisogno di energia del nostro paese. Lo denuncia da tempo Legambiente, che ha diramato un nuovo comunicato subito dopo l’approvazione del cosiddetto Ddl Sviluppo, […]

Continua a leggere... E se fosse una beffa…

del 4 July 2009 (di )

Tratto da: L’incognita dei termovalorizzatori in Sicilia di Giuseppe Solarino,  Quotidiano di Sicilia del 2 luglio 2009 Sembra non finire mai la storia dei quattro termovalorizzatori siciliani. Gli impianti previsti (Bellolampo, PA; Paternò, CT; Casteltermini, AG; Augusta, SR) non solo sono stati, giustamente, rifiutati dalle popolazioni locali, ma sono stati oggetto, da parte dell’Unione Europea, […]

Continua a leggere... Se prima eravamo in quattro…….

Un’ indagine per valutare i servizi pubblici e la burocrazia (classifica pubblicata su Il Sole 24 Ore, 11/05/2009) conferma la Sicilia come una delle ultime regioni in termini di qualità. Esperti e ricercatori di Forum Pa hanno redatto una pagella che colloca la Sicilia ultima (20° posto) in quattro aree (Ambiente, Lavoro, Salute, Welfare) su otto […]

Continua a leggere... Pubblica amministrazione, la pagella regione per regione

del 22 May 2009 (di )

“ll nucleare è una tecnologia vecchia, inquinante, insicura e costosa che non risolverà nessuno dei problemi energetici del Paese. Non servirà a rispettare la scadenza europea del 2020 per ridurre le emissioni di gas serra, non abbasserà la bolletta, non ridurrà le importazioni di fonti fossili.” Sono categoriche Legambiente e Greenpeace nello stroncare i progetti atomici del nostro paese. “Ci […]

Continua a leggere... Contro il “golpe nucleare” del Senato

del 23 April 2009 (di )

Tratto da: Terrelibere, 07 aprile 2009 – Installazioni USA e lotte popolari. MUOS: i dati Arpa sono preoccupanti Ufficio stampa Comune di Niscemi Il comune di Niscemi dichiara già “preoccupanti” i dati forniti dall’ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente) sulla zona dove dovrebbe sorgere il MUOS e chiede che entri personale tecnico nominato dai […]

Continua a leggere... MUOS: preoccupanti i dati Arpa

del 29 March 2009 (di )

Nonostante le proteste dei cittadini, degli amministratori e – di recente – del Presidente della Regione Lombardo, il piano di trasformazione dell’impianto di Niscemi sembra non subire rallentamenti.

Continua a leggere... Bugie a microonde

del 12 March 2009 (di )

Oggi, 12 marzo alle ore 20 al Centro culturale ZO (Piazzale Asia 6, Catania) incontro sul tema: “Come i problemi globali diventano locali” Politiche internazionali, movimenti di protesta locali ed installazioni militari in Sicilia Interverranno: Francesca Longo, docente di Politica dell’Unione Europea, Facoltà di Scienze Politiche; Antonello Mangano, autore del libro ” un-posto-civile – Sette […]

Continua a leggere... Un posto civile