Ancora una donna uccisa, questa volta dal figlio quindicenne, che non ha solo massacrato la madre ma distrutto anche la propria vita, come spesso avviene tra i giovani che vivono in

Continua a leggere... L’assassinio di Valentina non passi invano. Togliamo i ragazzi dalla strada

Impressionanti i dati sull’abbandono scolastico a Catania, un fenomeno su cui si è riaccesa l’attenzione soprattutto dopo la costituzione, su iniziativa del presidente del Tribunale per i minorenni Roberto Di Bella, dell’Osservatorio sulla devianza minorile che ha avviato un

Continua a leggere... Lotta alla dispersione scolastica, puntare sulla formazione

del 11 June 2022 (di )

Il costituzionalista Ettore Palazzolo, nonché redattore di Argo, ci propone il suo orientamento rispetto ai referendum sulla giustizia (su cui si voterà domani, 12 giugno). Come è abitudine di questa testata, non si limita a condividere pubblicamente il suo orientamento, ma, entrando nel merito dei

Continua a leggere... Referendum, la scelta di non votare

Parole come macigni, quelle di Antonio Fisichella sul modo in cui il quotidiano cittadino riporta la notizia della condanna dell’imprenditore Virlinzi e del giudice che lo avrebbe favorito Provate a parlare del giornale La Sicilia a qualcuno dei vostri amici o anche ad un

Continua a leggere... La condanna del vicerè Virlinzi relegata in un trafiletto

C’erano anche alcuni ragazzi dell’Istituto Penale per i Minorenni di Catania alla manifestazione del 23 maggio, in memoria della strage di Capaci. Non come spettatori ma come protagonisti, sul palco, in cima alla scalinata del

Continua a leggere... Istituto Penale Minorile, essere reclusi e ricordare Capaci

E’ stata l’aula magna dell’Istituto Onnicomprensivo Musco ad ospitare la presentazione della Inchiesta sulla condizione minorile compiuta dalla Commissione Regionale Antimafia presieduta da Claudio Fava. Una scuola di eccellenza quella distribuita tra Librino, zia Lisa e San Giorgio, un fiore all’occhiello per la città di Catania, come ha ricordato Emilio Grasso, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, […]

Continua a leggere... La lotta alla dispersione scolastica comincia da Librino

Il tempo non è un elemento neutro, neanche quello passato dietro le sbarre, ed “anche chi si è macchiato dei più efferati delitti può rivisitare in modo critico il proprio vissuto”. Lo afferma Alessandra Dolci, procuratrice aggiunta della

Continua a leggere... Ergastolo ostativo, benefici penitenziari anche per i mafiosi?

Qualcosa si muove nel panorama drammatico della dispersione scolastica a Catania. Che sia drammatico ce lo dice il numero di ragazzi che, a Catania, abbandona la scuola, una scuola priva – ai loro occhi – non solo di attrattiva ma anche di utilità. Soprattutto nelle periferie difficili della

Continua a leggere... Per il futuro di Catania, eliminare la dispersione scolastica

del 15 March 2022 (di )

A Napoli negli ultimi anni una parte dei giovani criminali si è posta l’obiettivo di creare un proprio clan in competizione con quelli già affermati, riuscendoci. Isaia Sales, esperto di camorra, con il libro “Teneri assassini” (Marotta &Cafiero), sottotitolo “Il mondo delle baby gang a Napoli”, ha provato ad analizzare questo fenomeno. Con lui ne […]

Continua a leggere... Baby gang e la fretta di crescere

Oltre 260 partecipanti: studenti di Unict e di altri atenei, operatori della Giustizia, cittadini e terzo settore. Insieme a sessanta tra studenti e insegnanti dell’istituto De Felice – Olivetti e ai rappresentanti  della Geotrans, l’azienda confiscata agli Ercolano ed oggi gestita dalla cooperativa dei lavoratori. Seppur in maniera virtuale, sotto il cielo del seminario dedicato […]

Continua a leggere... I nuovi orizzonti  della lotta alla mafia