del 17 July 2021 (di )

Ettore Palazzolo, costituzionalista, si interroga e ci interroga sul Ddl Zan, riflettendo sul rapporto fra norme giuridiche ed elaborazioni/concezioni sociali e culturali. Una sola avvertenza: evitiamo di procedere, nell’affrontare temi così articolati e complessi, come se in campo ci fossero esclusivamente tifoserie contrapposte. Il progetto ha origine dalla più che legittima esigenza di

Continua a leggere... Ddl Zan, si può fare meglio

I “rapporti di contiguità e vicinanza” tra Ciancio e la mafia catanese sono stati riconosciuti dagli stessi giudici di Corte d’Appello che gli hanno restituito i beni nel marzo dello scorso anno. Ma la conferma sulla natura di questi rapporti e la

Continua a leggere... Processo Ciancio, i pentiti e il giornale amico della mafia

del 19 June 2021 (di )

Il mito con le sue figure emblematiche e i suoi racconti suggestivi è stato sempre utilizzato, dagli operatori de La Poltrona Rossa, come fonte di ispirazione per i laboratori artistici organizzati negli Istituti Penali Minorili di Bicocca e di Pontremoli. I Ciclopi con il

Continua a leggere... Polifemmes

Al processo che vede il direttore-editore imputato di concorso esterno in associazione mafiosa testimoniano due soci in affari di Ciancio, Giovanni Vizzini e Vincenzo Viola. Abbiamo già visto come il primo abbia attibuito ad un colpo di fortuna i

Continua a leggere... Processo Ciancio, tra colpi di fortuna e miracoli (2)

Per Leonardo Guarnotta non fu semplice dare una risposta ad Antonio Caponnetto che lo invitata ad entrare a far parte del pool antimafia affiancando Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Giuseppe Di Lello: significava dare una svolta alla propria vita coinvolgendo la moglie e i figli nella vita blindata che i colleghi già conducevano. Sull’altro piatto […]

Continua a leggere... Il giudice Guarnotta, una vita blindata contro la mafia

“Sono stato fortunato” così, dinanzi a giudici allibiti, Giovanni Vizzini, socio dell’editore catanese, spiega i 700 mila euro incassati dall’operazione Porte di Catania. Sembra di assistere ad una commedia e invece è il processo a Mario Cancio Sanfilippo di cui si continua a non parlare. Ma nonostante tutto in quell’aula di tribunale succedono cose enormi. […]

Continua a leggere... Processo Ciancio, fra colpi di fortuna e miracoli (1)

Giovani, mafie, periferie: un tema molto caro a Scidà quello scelto quest’anno per il Seminario d’Ateneo a lui intitolato. Ma anche un tema di estrema attualità in questo momento storico in cui i giovani rischiano di essere i grandi emarginati della nostra società, in particolar modo quei giovani che, nel contesto in cui vivono, non […]

Continua a leggere... Ricordando Scidà, un nuovo impegno per le periferie

del 1 April 2021 (di )

Secondo le accuse della procura di Trapani, in Sicilia sono stati alterati i dati relativi all’andamento del contagio del Covid 19. Con l’accusa di falso materiale e ideologico è finita agli arresti domiciliari la dirigente del

Continua a leggere... Morti spalmati, stampa reticente

Un processo, quello a Mario Ciancio, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, che dovrebbe essere, vista l’importanza del personaggio, al centro dell’attenzione. Il dibattimento procede, invece, a fari spenti, come se alla Città non interessasse interrogarsi sulla propria storia. Per rompere questo muro di silenzio, Antonio Fisichella ricostruisce oggi il

Continua a leggere... Processo Ciancio. Ecco i professionisti della speculazione

Mentre prosegue il processo contro Matteo Salvini, accusato di sequestro di persona per il caso della nave Gregoretti, il costituzionalista Ettore Palazzolo ci propone una riflessione che va oltre la cronaca interrogandosi sui limiti che tutti devono rispettare affinché non siano violati i diritti fondamentali dei cittadini. In sostanza, è accettabile (e compatibile con la […]

Continua a leggere... Il processo a Salvini ci interroga sulla nostra democrazia