Le percezioni restano cromaticamente cupe. Anche adesso che al Palazzo delle Poste il buio ha ceduto la scena alla luce bianca e intensa di due fari. La sensazione è quella che un altro mattone è stato posto a rinvigorire il muro che separa un Noi virtuoso e limpido da un Loro subalterno e impuro, la […]

Continua a leggere... Quella volta con i somali nel Palazzo delle Poste