del 29 June 2021 (di )

Con venti giorni di anticipo dovrà essere data alla Soprintendenza comunicazione formale della data di inizio dei lavori. La Soprintendenza potrà così predisporre quanto necessario perché le ‘eventuali’ attività di scavo vengano eseguite sotto la sorveglianza di propri funzionari. Troviamo questa formulazione ripetuta in tutti i pareri rilasciati dalla Soprintendenza sulla ristrutturazione del Monte di […]

Continua a leggere... Ex Monte Pietà, abusi e mancati controlli

I lavori di ristrutturazione dell’ex Monte di Pietà (oggi di proprietà della famiglia Proto, la stessa che gestisce la discarica Oikos di Motta S.Anastasia) rispettano le norme urbanistiche? gli scavi producono danni archeologici? Argo si è interrogato su questi lavori, sui permessi concessi e sulle

Continua a leggere... Ex Monte di Pietà, ecco perchè la ristrutturazione ci preoccupa

Una Villa di età tardo romana in contrada Gerace di Enna, circa 15 km a nord dalla Villa del Casale di Piazza Armerina, rispetto alla quale, pur essendo meno ricca ed estesa, presenta delle peculiarità originali. Della campagna di scavi che la sta riportando alla

Continua a leggere... Villa romana in contrada Gerace, si arricchisce il nostro patrimonio

del 16 July 2016 (di )

Di recente le Soprintendenze siciliane sono entrate nella cronaca per le conferme e le nuove nomine dei loro dirigenti. A noi, interessati alla difesa dei beni comuni, tanto più se attinenti al nostro patrimonio artistico, archeologico e paesaggistico, la questione è parsa importante e abbiamo voluto capirne qualcosa di più. Lo abbiamo fatto nel modo […]

Continua a leggere... Nomine soprintendenze, quali i criteri?

Li chiamano “gioielli Unesco siciliani” ma non sono curati e custoditi come si fa con i preziosi. Sono gli otto siti della nostra isola iscritti nella lista patrimonio dell’Umanità (World heritage list), di cui sei definiti tangibili come l’area archeologica di

Continua a leggere... La gestione ‘scriteriata’ dei siti UNESCO siciliani

Riprendendo il discorso fatto a riguardo del Bastione degli Infetti, presentiamo oggi una galleria più ampia con foto dei principali frammenti delle Mura di Carlo V che ancora sopravvivono e sono sparse in diversi luoghi del centro storico di Catania. Alcuni sono più noti e facilmente leggibili, come quelli che prospettano su

Continua a leggere... I frammenti sopravvissuti delle Mura di Carlo V

Continua a leggere... La villa romana del Tellaro, un bene da conoscere e da valorizzare

del 20 September 2009 (di )

Edificato in diverse riprese, fra epoca greca e i primi due secoli dell’età imperiale romana, adagiato su un fianco della collina di Montevergine, su cui sorgeva l’antica acropoli di Catania, dopo un restauro protrattosi per quasi mezzo secolo (le prime demolizioni delle costruzioni che avevano finito per sommergerlo quasi completamente risalgono agli inizi degli anni […]

Continua a leggere... Un teatro (greco-romano) sotto il balcone