#PeopleNotProfit, mettere al centro le persone, non il profitto. E’ questo l’hastag, la parola d’ordine che il movimento Fridays For Future ha scelto per il nuovo sciopero globale per il clima di venerdi 25 marzo 2022. La visione degli attivisti del movimento si amplia, individua nel Nord del mondo il principale responsabile del cambiamento climatico […]

Continua a leggere... Fridays For Future, il 25 tutti in piazza per il clima

Giovani, anzi giovanissimi, quasi tutti minorenni e studenti delle scuole secondarie. Sono i ragazzi del Fridays For Future di Catania, che hanno raccolto il testimone del gruppo già operante in città e, dopo la pausa del lockdown, sono impegnati in questi giorni nella preparazione dello sciopero globale sul clima del

Continua a leggere... 24 settembre, tutti in piazza Teatro Massimo per difendere ambiente e futuro

del 19 October 2019 (di )

Che bello vedere tutti questi ragazzi per strada a manifestare per un futuro più rispettoso del pianeta! Certo però che la vita della casalinga che

Continua a leggere... La vita tragicomica di una casalinga green

Troppo piccola per contenere migliaia e migliaia di ragazze e ragazzi, delle scuole catanesi di ogni ordine e grado, che hanno risposto all’appello di “Fridays For Future”, dando

Continua a leggere... Fridays for Future, una piazza Università troppo piccola

del 12 August 2017 (di )

Migranti economici. Li etichettiamo così per non sentirci in colpa. Usiamo il termine per indicare coloro che non “hanno diritto” a chiedere asilo, non vengono dalla Siria nè da altro paese in guerra di cui parlano i giornali. Costoro è bene che stiano ‘a casa loro’, sono troppi e

Continua a leggere... Migrazioni e saccheggio dell’Africa

del 26 May 2015 (di )

Preferiscono andare incontro ad una morte possibile che accettare passivamente una morte certa. Perché? Da cosa scappano? Abbiamo scritto e detto più volte, dalla povertà, dalle guerre. Ma chi determina tutto ciò? Quali fattori hanno concorso e stanno concorrendo a

Continua a leggere... La fuga dei migranti, i tanti perchè