Irrompe la Sicilia in una piazza iraniana, quella di Esfahan. Si chiama Naqsh-e jahàn, “Piazza metà del mondo”, è patrimonio Unesco e – a conferma del suo nome – è davvero una delle più belle della Terra. Irrompe perché un gruppo di turisti siciliani incontra per caso, davanti alla grande moschea, un gruppo di giovani. […]

Continua a leggere... Fortuiti incontri, un giovane regista iraniano e la Sicilia

La fuga dal lavoro alienante e ripetitivo su una mongolfiera che si libra luminosa nell’aria, alla ricerca della libertà insieme alla persona amata. Così si conclude Luminaris, il cortometraggio che, con il suo linguaggio originale, ha stravinto il doppio festival dei corti tenuto a Viagrande lo scorso 3 e 4 agosto. Ne scrive oggi Nello […]

Continua a leggere... State aKorti e MizzicaFilm, Luminaris senza rivali

del 9 September 2011 (di )

In un festival caratterizzato dalla presenza di  film italiani sull’immigrazione, quest’appello di registi, attori e artisti del cinema lancia un messaggio chiaro di denuncia e sensibilizzazione, che ci sembra importante diffondere in una regione, come la Sicilia, che invece di essere luogo di accoglienza e contaminazione, rischia di

Continua a leggere... Venezia 2011, il cinema con i migranti

COMUNICATO STAMPA   LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA, il festival itinerante che porta il cinema nelle terre confiscate alle mafie e restituite alla legalità, giunge quest’anno alla sesta edizione e attraversa anche per il 2011 l’intera penisola, passando per i luoghi della Memoria e dell’Impegno. In Sicilia sono quattro le tappe previste nel mese di luglio: […]

Continua a leggere... Libero cinema in libera terra, festival itinerante nelle terre confiscate