Per anni simbolo di degrado, il palazzo di cemento, ora Torre Leone, mantiene una valenza simbolica, anche se di segno diverso. Dovrebbe, infatti, rappresentare la rinascita e il riscatto della maggioranza degli abitanti di Librino, persone per bene, lavoratori che

Continua a leggere... Torre Leone a Librino, la difficile conquista della normalità

del 21 September 2020 (di )

Davanti alla prospettiv dell’arrivo di consistenti fondi europei, le Amministrazioni locali si organizzano e pensano a come utilizzarli. Anche a Catania. Sulla questione interviene oggi Giusi Milazzo, segretaria provinciale del Sunia, il sindacato unitario nazionale degli inquilini ed assegnatari. Apprendiamo dalla

Continua a leggere... Emergenza abitativa a Catania, il Comune tace

Un protocollo d’accoglienza che definisca i diritti di donne e uomini vittime del disagio sociale e abitativo. E che riguardi tutti, donne e uomini, bianchi e neri, italiani e stranieri. Lo chiedono al sindaco Salvo Pogliese e a Giuseppe Lombardo, assessore ai

Continua a leggere... Disagio abitativo, quattro domande al sindaco

del 7 November 2015 (di )

Oltre 1000 nuclei familiari in emergenza, e sfrattati, sono in attesa di ottenere l’assegnazione di un alloggio, mentre sono circa 15 mila le famiglie, a Catania, collocate da anni nella graduatoria generale  per l’assegnazione di una casa popolare. Che non si possa perdere altro tempo per

Continua a leggere... Nè case senza gente, nè gente senza casa

“Periferie al centro”. Sembra quasi un ossimoro la denominazione scelta per l’incontro pubblico organizzato martedì scorso a Librino da CGIL e Sunia di Catania, presenti rappresentanti locali e nazionali del sindacato. Centrare l’attenzione sulle periferie significa non dimenticare nessuna delle aree marginali della

Continua a leggere... Riflettori su Librino, città nella città