del 22 April 2009 (di )

Si parla di nuovo di prevenzione, di mappe del rischio sismico per Catania. La città etnea è una di quelle più esposte, secondo il  “Censimento di vulnerabilità degli edifici pubblici“, lo studio del Cnr e del “Gruppo nazionale di protezione dei terremoti”, subito nascosto e dimenticato. Tutti gli edifici del centro storico sono vulnerabili e, […]

Continua a leggere... Non dite poi che non lo sapevate

del 21 April 2009 (di )

Tratto da: Catania possibile, 2 aprile 2009, Doporeport: Lacrime ma niente querele, di Renato Camarda In molti abbiamo letto, dopo la trasmissione di Rai3, Report, che il proprietario de La Sicilia, Mario Ciancio, “ha dato mandato ai propri legali di querelare la Rai per il contenuto diffamatorio derivante dalla trasmissione Report andata in onda il 15 […]

Continua a leggere... Dopo Report: lacrime ma niente querele

del 31 March 2009 (di )

Il perdurante dibattito suscitato dall’inchiesta di Report sulla “sfortunata” città di Catania, ha rivelato fra l’altro l’esistenza di una sezione di Volontari dei vigili del fuoco che, quando scoppia un incendio di “insinuazioni”, intervengono subito versandovi sopra “valanghe di messaggi di solidarietà”. Il loro programma è lo stesso del manzoniano conte Attilio: “Veda vostra Paternità, son cose […]

Continua a leggere... I pompieri di Quaggiù

L’email sta arrivando in queste ore a centinaia di indirizzi di posta elettronica catanesi, ma non solo. E’ un messaggio di un gruppo di lettori di Repubblica che invita a controfirmare una lettera per il direttore del quotidiano che ha il merito di costituire un polo fondamentale nello zoppicante pluralismo infomativo e culturale italiano. Gli […]

Continua a leggere... I catanesi scrivono a Ezio Mauro. Scriviamogli anche noi!

del 19 March 2009 (di )

Così domandava, con un leggero velo di angoscia, una canzoncina dello Zecchino d’oro di alcuni anni addietro. La Sicilia, intesa come ‘metafora del mondo’ – per dirla con Sciascia –  ma anche come giornale monopolista dell’informazione locale, ha finalmente dato una risposta all’inquietante quesito esistenziale. Ne abbiamo avuto la certezza quando

Continua a leggere... Ma il coccodrillo come fa?

del 13 February 2009 (di )

Riceviamo da Elvira Iovino, volontaria del Centro Astalli, questa lettera  inviata al dottor Tony Zermo in data 29/01/09, in risposta al suo articolo su La Sicilia, e rimasta senza riscontro e senza pubblicazione Sono una volontaria del Centro Astalli, il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati presente in tutto il mondo per accompagnare e difendere […]

Continua a leggere... La discriminazione dei numeri

del 15 January 2009 (di )

Tratto da: Step1, 07072009, Redazione: Su Repubblica intervenga l’Antitrust. Roberto Natale, presidente del sindacato dei giornalisti, chiede che anche a Catania si possano leggere le pagine siciliane del quotidiano romano e annuncia un esposto che sarà presentato da Liberainformazione. Con un impegno personale: «Parlerò con Ezio Mauro» Si riuscirà a far leggere a Catania la […]

Continua a leggere... Su Repubblica intervenga l’Antitrust

del 7 January 2009 (di )

Lunedì a Catania la Fondazione Giuseppe Fava ha consegnato a Carlo Lucarelli il premio intitolato al grande giornalista assassinato dalla mafia. Era presente Claudio, il figlio. Ma il quotidiano locale, “La Sicilia”, è riuscito a dare la notizia senza mai nominarlo. E ha illustrato l’articolo con una foto dove compare solo la sua rotula. Proprio […]

Continua a leggere... Tre uomini e una gamba

del 20 December 2008 (di )

Tratto da: ‘Ucuntu, 7.12.2008; R. Orioles, Quel giornaletto deve chiudere. Sveglia il quartiere. A Librino circola di più di un anno un giornale, ‘La Periferica’ (www.laperiferica.it), che stampa 5.000 copie ed è riuscito ad aggregare la migliore gioventù e a diventare punto di riferimentio della società civile del quartiere. Originale la rete di distribuzione, fondata […]

Continua a leggere... Quando Golia ha paura di Davide

Tratto da: Terrelibere, 25/10/2008, Antonello Mangano, La succubanza. I quotidiani siciliani e la mafia. Una “studiata strategia” di depistaggio. Un cronista “processato” per aver dato del mafioso al mafioso. Nomi che non si possono nominare. L’intervista a Nitto Santapaola, e la lettera vittimista che quattordici anni dopo manda il figlio Vincenzo, esprimendo identici concetti. Sono […]

Continua a leggere... La succubanza. I quotidiani siciliani e la mafia