del 2 January 2014 (di )

“Ho le lacrime agli occhi. E’ la prima volta che vedo il campetto illuminato”. Si chiama Giuseppe, lavora in un chiosco di Monte Po e da più di dieci anni, a fianco di Mani Tese, combatte per riappropriarsi del suo quartiere. Parla del campetto pubblico di calcio, il “Capolinea”. Quel campetto che, insieme ad altri […]

Continua a leggere... Luci a Monte Po

“Io sono il responsabile”. Parole pesanti come massi. Ancora più pesanti se pronunciate da un ragazzino del quartiere di Monte Po, dinanzi allo stand che Mani Tese ha allestito domenica in Piazza Mercato per la seconda edizione dei “Monte Podisti”. Potrà avere 10 o 11 anni, ma in lui è già forte la convinzione che […]

Continua a leggere... Monte Po, tutti ‘responsabili’ tranne il Comune

“Fatto apposto per noi”. Lo hanno pensato Lorenzo, Giuseppe e gli altri ‘ragazzi del campetto‘ di Monte Po quando, da un volantino, hanno appreso che Brico Center aveva messo a bando mille euro di materiale per un progetto di quartiere che prevedesse la partecipazione attiva dei suoi abitanti. Questo gruppo di giovani, radunati dieci anni […]

Continua a leggere... Monte Po, un campo di calcio come premio partita

Nessuno potrebbe contestare l’utilità, di una fontanella collocata nei pressi di un campo di calcio. A Monte Po, i ragazzi del quartiere -che giocano nel campetto da loro stessi ristrutturato- la desideravano da tempo. Adesso hanno potuto realizzare il loro sogno grazie all’aiuto economico offerto da Addiopizzo, Continua quindi l’attività di questo gruppo di giovani […]

Continua a leggere... Monte Po, una fontanella per il campetto recuperato

Sarà festeggiato quest’anno il decennale della presenza di Mani Tese a Monte Po. I giorni dedicati alla festa saranno soprattutto quelli dell’ultimo week end di giugno, da venerdì 29 a domenica 1 luglio. Con una anticipazione, però, quella di domani 6 giugno, con una iniziativa di “giardinaggio d’assalto”, che cercherà di coinvolgere bambini, giovani ed […]

Continua a leggere... A Monte Po, insieme per piantare i semi della speranza

Un ampio tendone con scaffali, montato e allestito dai ragazzi di Monte Po insieme ai volontari di Mani Tese. Vi si sta svolgendo da qualche giorno un mercatino dell’usato per raccogliere la somma necessaria a finanziare, come già l’anno scorso, la sistemazione del campetto di calcio del quartiere, costruito e poi abbandonato dal

Continua a leggere... Monte Po, una tenda per la manutenzione del campetto

Ragazzini a rischio, che hanno come alternativa la strada o, al massimo, una tv. Sono quelli dei quartieri periferici di Catania, ai quali il governo Berlusconi vorrebbe togliere il tempo pieno, questa preziosa possibilità di imparare di più e di relazionarsi con gli altri, adulti e coetanei, in un ambiente protetto. L’obiettivo del

Continua a leggere... Tempo pieno a scuola, la Pestalozzi in trincea

L’Italia è l’unico tra i grandi Paesi europei in cui gli stanziamenti per l’istruzione diminuiscono costantemente, da almeno dieci anni a questa parte. La situazione è grave soprattutto al Sud, ma nessuno si preoccupa del fatto che il ristagno del nostro Mezzogiorno è frutto anche dello scarso bagaglio culturale della popolazione. Se le bozze della […]

Continua a leggere... Tremonti taglia la scuola e favorisce la povertà

del 30 May 2011 (di )

Ci sono riusciti. I ragazzi di Monte Po che giocano nel campetto comunale del quartiere, lasciato in stato di abbandono dall’amministrazione, hanno completato i lavori di ristrutturazione e ieri pomeriggio l’hanno inaugurato. Sono una settantina i giovani presenti a questa inaugurazione “ufficiale”, con un torneo di dieci squadre e una festa conclusiva. Ma – ci […]

Continua a leggere... Monte Po, il campo salvato dai ragazzi

Otto anni di presenza nel quartiere, accanto ai bambini e alle famiglie di Monte Po, da parte dei volontari di Mani Tese. Adesso i bambini sono cresciuti, sono dei giovani adolescenti, e Lorenzo Valastro è sempre con loro. Giocano a calcio nel campetto comunale del quartiere, costruito a suo tempo

Continua a leggere... Monte Po, riusciranno i ragazzi a salvare il campo?