Si è concluso a Catania, il 5 agosto, il tour promosso da Greenpeace Italia per bloccare le ventinove richieste (undici già concesse) di trivellazione nel Canale di Sicilia. “U mari nun si spirtusa” questo lo slogan della campagna, iniziata a Palermo il 13 luglio, attraverso la quale la nota Associazione ecologista ha denunciato i drammatici […]

Continua a leggere... Il mare di Sicilia non si tocca, meglio l’oro blu dell’oro nero

del 14 September 2011 (di )

Canale di Sicilia e Adriatico centro meridionale sono le zone italiane più minacciate dalle fameliche compagnie internazionali, intenzionate a trivellare il mare Mediterraneo. I permessi per estrarre petrolio aumentano in modo esponenziale, come denuncia il dossier “Un mare di trivelle” di Legambiente. E’ emersa di recente anche la notizia che

Continua a leggere... Allarme trivelle, Mediterraneo a rischio

“Pozzallo con le sue bellissime spiagge dorate di sabbia fine ed un mare blu, limpido e pulito, rappresenta un suggestivo patrimonio naturale, premiato dal 2002, con la ‘Bandiera blu’.” Così viene descritta la costa nel sito del  Comune di Pozzallo. Fra qualche tempo dovranno aggiungere che da essa si gode una magnifica vista sulle piattaforme e […]

Continua a leggere... Riparte la corsa al petrolio nel Canale di Sicilia

Su alcune spiagge siciliane questa estate sono apparsi dei cartelli contro le trivellazioni petrolifere. Molti attivisti si sono mobilitati infatti contro i progetti di esplorazione dei fondali dell’isola. Anche le autorità regionali hanno contestato la linea del governo nazionale, che non solo intende autorizzare queste ricerche, ma ne ha tenuto all’oscuro

Continua a leggere... Canale di Sicilia, trivelle sui giardini di corallo