assorbenti lavabili sul filo di biancheria Piccoli gesti abituali con cui di fatto lasciamo una impronta, più o meno pesante, sull’ambiente. Abitudini che ci portiamo dietro senza pensare che sia possibile cambiarle ricavandone anche vantaggi, per noi oltre che per il pianeta.

Per approfondire alcune proposte anticipate su Argo, abbiamo chiesto a Maria di raccontarci la sua esperienza di uso degli assorbenti femminili lavabili.

Da 10 anni uso gli assorbenti lavabili e non mi sono mai voltata indietro. Sono comodi, pratici, super-assorbenti, confortevoli, persino divertenti per le fantasie del tessuto hi tech che li rende impermeabili.

Si infilano in lavatrice insieme al resto del bucato, sfregandoli rapidamente sotto l’acqua subito prima.

Finita la ricerca degli assorbenti ipoallergici, finiti i giri al supermercato. Non so più nemmeno quanto costa un pacco di assorbenti e, quando una collega si è lamentata scherzosamente della necessità di accendere un mutuo ogni volta, ho potuto solo annuire cortesemente, prima di passare alla mia controproposta.

Il passaggio ai lavabili ha bisogno di un piccolo investimento iniziale, ma il risparmio complessivo è assicurato.

Gli assorbenti usa e getta non sono, quindi, assolutamente indispensabili, né insostituibili.

Considerando una media di 35 anni di fertilità della donna e l’ipotesi che ogni donna utilizzi, nell’arco della vita, circa 11.000 assorbenti usa e getta, l’impronta sull’ambiente non è indifferente.

Utilizzare gli assorbenti e i salva slip (anch’essi disponibili) lavabili riduce di molto la produzione di spazzatura indifferenziata. Tutte le donne che sono interessate alla salvaguardia dell’ambiente dovrebbero tenerlo presente

L’acquisto si fa on-line. Si agganciano allo slip con un bottoncino che unisce le due ali e si possono richiudere in un innocente fagottino prima e dopo l’uso.

Dopo dieci anni dal mio acquisto originario, quando di recente ho voluto arricchire il mio “parco assorbenti”, ho trovato nuove marche e prodotti ancora più soffici e anti-macchia, venduti a gruppi di 3 e con una pochette per il trasporto.

Io mi sono rivolta ad eco-baby.it, visto che ho effettuato la transizione dopo la mia prima figlia, passando per i pannolini lavabili, ma esistono diversi altri siti facilmente rintracciabili su internet (l’albero di Amy, assorbenti lavabili shop, ecoalternativa, etc).

Per chi utilizza gli assorbenti interni esiste anche la moon-cup, di silicone, ma su quella non ho fatto esperimenti, non ero interessata.

Sono anche al corrente che esistono e sono in vendita assorbenti biodegradabili e compostabili, che però costano più del doppio di quelli usa e getta e sono, in realtà, compostabili solo in presenza dei necessari macchinari. In genere, quindi, non possono essere gettati nell’umido e finiscono per lo più nell’indifferenziata.

La scelta più sana, economica, pratica e sostenibile, per voi e per il pianeta sono gli assorbenti lavabili.

Buon ciclo a tutte!

Be Sociable, Share!

Tags: ,


One Response to “Viva gli assorbenti lavabili! La vera alternativa pratica e sostenible.”

  1. La mia generazione ha usato per molti anni assorbenti in fibra naturale, che il sole, non la candeggina, sbiancava.
    Ho fatto lo stesso per mio figlio e ne ero orgogliosa.
    Che ben vengano gli assorbenti facilmente lavabili, perché il peso per l’ambiente é davvero insostenibile.

    Comunque, nei paesi del Nord Europa vengono riciclati.

Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>